Artistic residence

#RESIDENZAARTISTICA Bosco Sodi a Palazzo Vendramin Grimani

28 febbraio 2022 — 7 marzo 2022

Bosco Sodi a Palazzo Vendramin Grimani. What Goes Around Comes Around

In concomitanza con Biennale Arte 2022, la Fondazione dell'Albero d'Oro presenta un nuovo e originale progetto dell'artista messicano Bosco Sodi a Palazzo Vendramin Grimani dal 23 aprile al 27 novembre 2022. A cura di Daniela Ferretti e Dakin Hart, la personale dedicata ai dipinti e alle sculture di Sodi, dal titolo Bosco Sodi a Palazzo Vendramin Grimani. What Goes Around Comes Around sarà preceduta da un periodo di residenza dell'artista negli spazi del palazzo.

Residenza artistica a Palazzo Vendramin Grimani

Parte delle opere che saranno esposte a partire da aprile 2022, saranno prodotte direttamente a Palazzo Vendramin Grimani da Sodi durante una residenza artistica negli spazi del primo piano terra del palazzo che saranno parzialmente trasformati in atelier dal 28 febbraio al 7 marzo 2022. Le opere verranno poi esposte nelle sale del piano nobile, dialogando con le sale e le collezioni della dimora storica sul Canal Grande.

I visitatori che parteciperanno alle visite guidate del palazzo potranno assistere ad una parte della residenza durante la quale verranno realizzate perte delle opere che entreranno in dialogo con gli spazi e le collezioni della dimora storica sul Canal Grande.

Bosco Sodi

Bosco Sodi (Città del Messico, 1970) svela la forza emotiva racchiusa nella materia grezza degli elementi che utilizza per realizzare le sue opere. I suoi grandi dipinti, intensi e potenti, vividamente colorati, evocano la Terra Madre. Concentrandosi sulla esplorazione delle possibilità del materiale, sul gesto creativo, sulla connessione spirituale tra l’artista e la terra, Sodi mira a trascendere le barriere concettuali. Una volta che Bosco Sodi inizia a dipingere, continua fino alla fine del lavoro, quasi senza pause. Il suo processo creativo è intenso, performativo, aperto all’improvvisazione. Comporta una intensa fatica sia fisica che emotiva.

Sue personali sono state ospitate da numerose gallerie internazionali. Le sue opere sono parte di importanti collezioni sia pubbliche che private, tra cui: Nasher Sculpture Center (Dallas), Walker Art Center (Minneapolis), The Phillips Collection (Washington D.C), Harvard Art Museums (Boston), JUMEX Collection (Messico), Museum Voorlinden (Olanda), Vitra Museum (Svizzera), Contemporary Art Foundation (Giappone), Museum of Contemporary Art (Belgio), The National Gallery of Victoria (Australia) e la De la Cruz Collection (Porto Rico).

The making of clay cubes, Studio Bosco Sodi. Camera Sebastian Hofmann. Sound Silvio Margain.