Conversazione attorno a 'Appunti su palazzo Grimani dall’Albero d’Oro a Venezia'

9 ottobre 2021 — 16:30

In occasione della prima apertura della dimora storica sul Canal Grande, la Fondazione dell'Albero d'Oro ha affidato alla ricerca il compito di ricostruire la storia di Palazzo Vendramin Grimani.

La ricostruzione della storia delle famiglie e delle collezioni un tempo ospitate a palazzo è al centro della prima pubblicazione scientifica illustrata, Appunti su palazzo Grimani dall’Albero d’Oro a Venezia, edita in italiano, francese e inglese realizzata sul palazzo, curata da Massimo Favilla e Ruggero Rugolo e corredata dalle fotografie di Ugo Carmeni, disponibile nella biglietteria di palazzo Vendramin Grimani. Al compimento delle accurate ricerche d’archivio farà seguito una seconda e più vasta pubblicazione.

La prima pubblicazione scientifica della Fondazione dell'Albero d'Oro Edizioni verrà presentata sabato 9 ottobre alle ore 16:30 nella Sala delle quattro famiglie di Palazzo Vendramin Grimani in presenza degli autori Massimo Favilla e Ruggero Rugolo e del giornalista e critico d'arte Marco Carminati.

Evento su prenotazione, posti limitati.

Gli autori

Massimo Favilla ha insegnato Progettazione Urbana e Territoriale presso l’Università IUAV di Venezia e Storia dell’Architettura presso l’Università di Padova. Ruggero Rugolo è responsabile per l’editoria presso l’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti e ha insegnato Storia dell’Arte Moderna presso l’Università degli studi di Modena e Reggio e presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. I loro studi sono rivolti all’arte veneta, in particolare, del Sei e del Settecento e hanno trovato esito in numerose pubblicazioni di carattere monografico, in atti di convegni, in cataloghi di mostre e in articoli su riviste scientifiche.

La pubblicazione
Palazzo Grimani dall’Albero d’Oro spalanca le proprie porte alla cultura, all’arte e a tutti coloro che desiderano scoprire la storia di questo sontuoso edificio sul Canal Grande. Il volume propone un avvincente viaggio nel tempo, nella città e tra le vite degli illustri ospiti che hanno abitato la dimora patrizia. Con una personale visita ‘raccontata’ e con una narrazione che non perde mai di vista il rigore scientifico, gli autori ci accompagnano attraverso le magnifiche sale, in un percorso che intreccia, con un’attenta ricostruzione, la storia delle famiglie e delle collezioni un tempo ospitate a palazzo.